Lo Spettacolo

L’espressione musicale “Banda spettacolo” nasce da un bisogno intimo di sondare “territori nuovi” e promuovere un’articolata fusione tra il mondo Lirico-sinfonico e quello classico napoletano, con grande attenzione agli aspetti teatrali e all’interazione con il pubblico:

PROPONE:


La lirica e la canzone
classica napoletana in piazza


‘O Pazzariello
d'Acerra

e Pulcinella
 

CON

Servizio di giro ed eventuale questua

PROCESSIONE IN DIVISA CLASSICA


NAPOLI IN BLUES

Omaggio a ralph Marterie, esponente della musica che in america ebbe successi nello stile swing con contaminazioni jazz.

(Acerra 1914 - Chicago 1976)

IL CAFE' CHANTANT

Omaggio ad Ada Bruges, l'ultima sciantosa di cantanapoli.

(Acerra 1897 - Napoli 1974)


perché i cantanti

La presenza del soprano, del tenore e del baritono, sono funzionali alla fruizione della musica lirica in quanto essa nasce da un connubio fra musica e libretto. Perché limitare, allora, tale connubio solo alle sedi teatrali?
Un’aria prende vita non solo attraverso i suoni ma anche attraverso le voci.
Le stesse canzoni napoletane assumono forza se ci sono le voci ad interpretarle.
Arie attinte dal repertorio del Settecento napoletano e dell’Ottocento, Canzoni classiche napoletane, serenate di Pulcinella, cabaret, musica strumentale, concerti per strumenti solisti e banda.


Autori:
Cimarosa, Paisiello, Rossini, Verdi, Puccini, F. Bar, Prevert, Napolitano, Ciervo, Murolo, Marchiesiello, Pucci, Balzanella, Viviani, M. Zurzolo, Sousà, Carnevali, Dalla, Giusti, Ippolito, Lufrano, Orsomando, Marincola, Lanaro, Cancelli, Bello, Aiezza, Creatore, Anfora, A. Cozza, Serrati, Totò, Gambardella, Di Capua, De Curtis, Carosone, Modugno.